Aumento della popolazione: 1° fattore chiave verso l’entomofagia

E’ ormai da parecchi anni che si sta parlando di continua crescita demografica, e, secondo le ultime stime, nel 2050 il nostro pianeta raggiungerà quasi i 10 miliardi di abitanti, circa il 30 % in più di quanti siamo oggi (UN DESA, 2019). Come conseguenza diretta, nel prossimo futuro, avremo bisogno di un quantitativo sempre maggiore di cibo, che, stando alla composizione della nostra dieta, impatterebbe ulteriormente sul settore cerealicolo e zootecnico, ostacolando quel percorso di sostenibilità che il mondo sta finalmente cercando di intraprendere. In particolare è stato calcolato che, se non si ricorre al più presto ad una strada alternativa,  la produzione zootecnica aumenterebbe del 70% tra il 2000 e il 2030, affiancata inevitabilmente all’aumento del ben 60% della produzione di mangimi (a loro volta derivanti anche dal settore cerealicolo) (FAO, 2009).

Tutto ciò si tramuta nella necessità di trovare fonti alimentari alternative per poter rispondere ad una futura richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *